L’invisibilità dei videogiochi


Un po’ perchè non sempre si trovano articoli che abbiano qualcosa di interessante da dire sui videogiochi, un po’ perché non reggevo più la vista del post precedente.



Non c’è un’altra forma di intrattenimento che separi in modo così netto l’universo dei fan da tutti gli altri. I libri, il cinema, la tv, la danza, il teatro, la musica, la pittura, la fotografia, la scultura hanno il loro pubblico. Ma anche chi non se ne interessa sa che queste forme di cultura esistono e che ci sono eventi importanti per i loro appassionati. Nel caso dei videogiochi non è così. Ci sono le persone che ci giocano e c’è il resto del mondo, per il quale semplicemente i videogame non esistono. E che viene a saperne qualcosa solo quando un giornale pubblica una di quelle notizie tragiche in cui il protagonista è sempre un ragazzo mentalmente disturbato che si è “ispirato” a un videogioco per fare qualcosa di terribile.
L’invisibilità dei videogiochi è un fenomeno interessante. E inoltre fa in modo che in alcuni giochi succedano cose interessanti senza che il mondo della cultura se ne accorga.

Di John Lanchester, da London Review Of Books

Vi siete mai chiesti quanto vale il CollaBlog? Circa 19.000$

$timator è un simpatico, ma non so quanto affidabile, sito che calcola il valore di un sito web.

404 Not Found
Stimator is a real-time website value estimator. The engine deliveries the most accurate economical value that a website could worth by collecting important data from different sources. The results are indexed to database references and to the financial market in order to re-produce, as real as possible, how much investors are prepared to invest. Stimator is in beta stage as we keep improving this project.


Inutile dire che l’ho testato sul CollaBlog? Il suo valore??? Circa 19.000$ (14,000€). Non so voi, ma io venderei… La cosa più inquietante? Il valore “social” del blog è 0,00$…