Austin, Texas. Si è appena conclusa la prima edizione di SEmotion’16, the First International Workshop on Emotion Awareness in Software Engineering, evento co-locato con ICSE 2016. ICSE (International Conference on Software Engineering) è la principale conferenza di ingegneria del software, in grado di attrarre circa 1000 partecipanti per ogni edizione e di offrire un programma di alta qualità. Quest’anno per la prima volta ICSE ha ospitato un workshop interamente dedicato al tema delle emozioni nello sviluppo software, organizzato da Nicole Novielli, membro del Collab e ricercatrice presso l’Università di Bari, e Walid Maalej, professore presso l’Università di Amburgo.
Le emozioni influenzano l’output del processo di sviluppo software? Qual è il loro ruolo nello sviluppo collaborativo? Quali sono gli strumenti allo stato dell’arte che è possibile utilizzare, in questo dominio, per il riconoscimento multimodale di emozioni? Questi e altri i temi discussi dai 25 partecipanti al workshop, provenienti da accademia e industria.
SEmotion ha offerto ai partecipanti un programma ricco di interventi e momenti di discussione, incluso il keynote di Andrew Begel (Microsoft) sull’uso di sensori biometrici per il rilevamento delle emozioni di sviluppatori e utenti. La giornata si è conclusa con una sessione interattiva in cui i partecipanti hanno sperimentato diversi sensori per il rilevamento di parametri biometrici, apprendendo come programmarli e come analizzarne l’output. Per un resoconto dettagliato sulla giornata è possibile consultare il profilo Twitter del workshop e seguire l’hashtag #semotionws.

SEmotion’16, the First International Workshop on Emotion Awareness in Software Engineering @ICSE 2016
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *