Ho letto i risultati di uno studio scientifico condotto su un campione sperimentale di 283 milioni di utenti di Facebook. La pubblicazione e la condivisione dei link di questi utenti è stata monitorata per un paio di mesi. I ricercatori hanno così potuto osservare come la diffusione delle informazioni in Facebook cambia al variare della forza dei legami tra gli utenti.
La conclusione è che gli utenti di Facebook consumano informazioni che provengono prevalentemente da conoscenti (weak ties) piuttosto che da amici stretti (strong ties) e questo favorisce lo scambio di punti di vista diversi.
Qui sotto riporto alcuni passaggi tratti da una nota riassuntiva degli autori dello studio.

We found that people are more likely to share the information they were exposed to by their strong ties than by their weak ties on Facebook.

weak ties have the greatest potential to expose their friends to information that they would not have otherwise discovered.

because of their abundance, weak ties are primarily responsible for the majority of information spread on Facebook.

the bulk of information we consume and share comes from people with different perspectives.

online social networks can serve as an important medium for sharing new perspectives, products and world events.

Studio sulla diffusione delle informazioni in Facebook
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone
Tagged on:     

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *