Google ha deciso di chiudere l’API del servizio di traduzione a partire dal prossimo dicembre. Il motivo è economico perché l’API è molto popolare (noi ne sappiamo qualcosa) ma Google non può pubblicare inserzioni pubblicitarie. E’ già nato un gruppo Facebook di protesta.
Per il Collab è una fregatura perché una nostra applicazione, eConferenceMT, utilizza Google Traslate API ed è ancora in corso una sperimentazione. Mi sa che dovremo mettere in cantiere il passaggio al servizio concorrente, Microsoft Translator.

Non si fa così
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone
Tagged on:     

8 thoughts on “Non si fa così

  • 4 June 2011 at 12:58
    Permalink

    Rileggendo attentamente l’annuncio, oltre alla chiusura di dicembre, c’è scritto: “the number of requests you may make per day will be limited”. Lascia intendere che sia da subito 🙁

    Reply
  • 4 June 2011 at 16:59
    Permalink

    Bisognera’ assolutamente evitare che si utilizzi MT da una rete WiFi condivisa tra piu’ partecipanti, altrimenti si superera’ velocemente il max num di richieste.

    Reply
  • 4 June 2011 at 19:15
    Permalink

    Più che brutta è disastrosa come notizia. Personalmente significa doversi aspettare telefonate dovute a software non più funzionanti ed il doversi lanciare nella ricerca di una valida alternativa, che ne pensate di Yahoo ? O di Jollo ?

    Reply
  • 5 June 2011 at 19:54
    Permalink

    L’alternativa che proveremo l’ho scritta nel post. Le altre sono meno affidabili, almeno per quel che mi riguarda. Ognuno è libero di scommettere su chi vuole.

    Reply
  • 6 June 2011 at 11:15
    Permalink

    Non cambia molto per noi. Urge il completamento della sperimentazione e lo switch a un servizio gratuito

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *