A completamento del seminario introduttivo a Prompter, scrivo questo post per lasciare una traccia di quello che Domenico Gendarmi ha riferito.

Prompter è un tag recommender travestito da plugin di Firefox. Ha l’ambizione di superare in efficacia i suggerimenti dei siti di bookmark sharing, primo tra tutti: delicious. L’esperimento appena condotto con gli studenti del corso di Sistemi per la Collaborazione in Rete ci darà delle prime risposte.
La pagina del progetto è: http://collab.di.uniba.it:8080/Prompter/

Alcuni task disponibili per lavoro di tesi o prove pratiche del corso sono i seguenti:

  • Gestione dei sinonimi nel calcolo delle intersezioni
  • Scraping delle informazioni bibliografiche per pubblicazioni per cui non è disponibile il bibtex
  • Memorizzazione dei sinonimi durante l’utilizzo dell’estensione Firefox

Per ulteriori informazioni, non esitate ad affacciarvi al Collab (6^ piano).
Dopo la pausa natalizia, ci saranno presentazioni di altri progetti di ricerca. Stay tuned.
Buone Feste

Informazioni utili per Prompter
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

3 thoughts on “Informazioni utili per Prompter

  • 1 January 2009 at 12:57
    Permalink

    Auguri prima di tutto.
    Mi fa piacere vedere “vivo” questo progetto. Sono stato contento di avere COLLABorato, anche se è stato il mio ultimo sforzo universitario. Per me è questo che si dovrebbe fare alla specialistica, lavorare su cose pratiche che formano e specializzano realmente uno studente. Probabilmente io nn ho colto il vero significato della specialistica, motivo per cui la mia carriera universitaria è naufragata.
    La ricerca si può fare anche con una laurea triennale, come si fa in altre realtà in Italia.
    Senza polemiche.

    Giuseppe.

    Reply
  • 4 January 2009 at 02:09
    Permalink

    Felice di ritrovarti. Credevo che tu avessi mollato perché avevi iniziato a lavorare. Allo stato attuale lavorare e studiare per la specialistica, ora magistrale, è molto difficile.

    Reply
  • 4 January 2009 at 14:40
    Permalink

    Salve prof,
    già nel 2007 in cui lavoravo per un’azienda molto vicina al DIB mi resi conto che era difficile studiare e lavorare ma nn impossibile specie se si avevano stimoli. Nel 2008 stando lontano e vedendo tutte le riformette che si stavano x attuare e rendendomi conto che altrove le cose funzionano diversamente ( in meglio ), il naufragio è stato inevitabile, gli stimoli venivano meno insieme alla voglia.
    Credo che si possano creare tutte le riforme che si vogliono ma sono le teste che nn cambiano… lo sto vedendo con colleghi che stanno cercando di studiare x la magistrale. Se le teste cambiassero credo che il lavoratore sarebbe molto + spinto a fare anche lo studente.

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *