Udite udite: ieri (venerdì 25 maggio, per i posteri) ho effettuato una sperimentazione di degustazione di pizza napoletana presso Soul and PizzaBari Naples“(non vorrei essere citato in giudizio per pubblicità). Ora mi sento pronto per esprimere un giudizio di comparazione tra le differenti qualità di pizza margherita (o meglio: con bufala):

  • napoletana: alta, morbida, con origano e basilico by default
  • “barese” (nome in codice): sottile, croccante, nothing else by default

Il locale è sempre molto affollato (dicono) quindi conviene sempre prenotare prima. Il serivizio è rapido ed efficiente (suppongo per facilitare il rapido turn over dei clienti). La pizza ottima (abbiamo optato per 1 metro di pizza per 4 persone, 1/2 bufala e 1/2 con salsiccia). Bevande solite (birra e coca cola non mancano: vediamo se indovinate cosa ho preso io).

Totale conto: 74,50 € (settantaquattro euro e cinquanta centesimi), ossia quasi 19 € a testa. Abbastanza elevato ma la qualità della pizza fa perdonare qualunque cosa.

Pollice all’insù per me!

Ora un pò di flame: Napoli – Bari 1 – 0 😛

P-Workshop
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

7 thoughts on “P-Workshop

  • 26 May 2007 at 17:18
    Permalink

    uhm…hai pensato a quanta carne si potrebbe mangiare con 19 euro di carne a testa? 😀 😀 😀
    se si tratta di carne…parliamone 😀

    Reply
  • 26 May 2007 at 22:03
    Permalink

    Un C-Workshop sarà un nuovo interessante tema di ricerca 😀

    Reply
  • 27 May 2007 at 00:48
    Permalink

    Quando dici “barese” intendi Donato? Se sì, sono per un pareggio.

    Reply
  • 27 May 2007 at 11:26
    Permalink

    leggere “Napoli 1 – Bari 0 mi fa accaponare la pelle
    Comunque, fra Donato e la pizza Napoletana (l’ho mangiata sul posto + volte) preferisco Donato

    Reply
  • 27 May 2007 at 12:10
    Permalink

    io preferisco il C-hard workshop 😀
    dove imho il risultato sarà uno schiacciante Napoli 0 – Bari 4
    ihihihih
    byeeeeezzzzzzzzz

    Reply
  • 28 May 2007 at 16:18
    Permalink

    Oltre al succitato Donato, sfatiamo il mito della pizza bassa e croccante by default.

    Segnalo “Il Gazebo” a Molfetta e “La sfizieria” a Giovinazzo. Provare per credere!

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *