Penso sappiate tutti che è uscita la versione 2.0 del framework .NET, e la versione 2005 del Visual Studio. In particolare, per ASP.NET alcune importanti estensioni sono state le seguenti:

  • Nuovo modello di Code-Behind: nel code-behind la pagina è dichiarata come classe parziale, permettendo ai file del code-behind e della relativa pagina di essere compilati in un’unica classe al tempo di esecuzione
  • Code directory: contiene file di codice che sono compilati dinamicamente a runtime
  • Nuove funzionalità come Master Page e Theme: la Master Page contiene elementi e strutture comuni per evitare codice duplicato nelle pagine dove sono utilizzati; il Theme è una collezione di skin che definiscono lo stile generale dei vari controlli di una pagina evitando di doverlo definire per ognuno di essi
  • Client-side Callback: permettono di realizzare applicazioni in stile Ajax in modo che funzioni client-side siano eseguite lato server mediante l’implementazione dei metodi GetCallbackResult() e RaiseCallbackEvent() dell’interfaccia ICallbackEventHandler
  • Developer Web Server: permette di mandare in esecuzione direttamente da Visual Studio 2005 il progetto senza dover creare nessuna cartella virtuale sotto IIS

Però c’è un “piccolo problema” 🙁 quando in Visual Studio 2005 si aprono applicazioni web realizzate con il framework 1.1 e Visual Studio 2003, viene fatta una conversione automatica che oltre a terminare con un log (ConversionReport.txt) pieno di errori, ti crea nella cartella di progetto una cartella “App_Code” con i file migrati e modificati. Quindi, diciamo che poi manualmente devi aggiustare tutto.
Proprio ora che stavamo per pubblicare la versione di IBIS migrata in .NET…ora ci toccherà passare a .NET 2.0, soprattutto se vogliamo utilizzare API nuove come quella per Ajax, ovvero Atlas.

.NET 2.0
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

One thought on “.NET 2.0

Comments are closed.