Quando sono arrivato in Canada mi sono fatto un “giro” sul web alla ricerca del tool di VoIP con le tariffe più basse per le chiamate verso l’Italia. Anche perchè, da quando Skype ha valicato quota 5 milioni di contatti online, il ritardo nella trasmissione è divenuto francamente insopportabile.
Così sono venuto a conoscenza di VoIPStunt.
Dopo aver provato la qualità con 5 min. gratis (comparabile a quella di Skype in fondo), ho in realtà scoperto che, una volta caricati 10$ di credito (via PayPal), le chiamate verso i telefoni fissi sono gratuite e illimitate nel tempo.
Così, da quando sono quì in Canada non ho speso manco una lira per telefonare a casa (“IT telefono caaasaaaa”… :S vabbè ‘sti questionari mi stanno facendo sclerare…). O meglio, ne ho spesi 10 di $, ma il credito è ancora tutto lì.
Chissà i miliardi che avrà buttato nel cesso TDM quando è stata qua… (za’!)

Giacchè ci sono, segnalo pure Jajah: niente di speciale nelle tariffe, ma il client è quanto meno sigolare. Nel senso che il client Jajah c’è, ma se si vuole, se ne può fare del tutto a meno. Infatti, da web, si inserisce il numero dal quale si vuole chiamare e il numero da chiamare.
Il servizio mette in comunicazione i due numeri, con il vantaggio di usare il comune telefono ma, ovviamente, alle tariffe nell’ordine di un tool di VoIP. Non male come idea devo dire.

Last but not least, da vedere in ottica opportunità-laureandi, c’è OpenWengo tool SIP, free e opensource (GPL). Dovremmo far dare un’occhiata al codice a qualcuno.
Non so quanto sia utile, ma di OpenWengo, o meglio del loro WengoPhone, esiste addirittura la versione come estensione di Firefox. Resta da valutarne l’utilità e, soprattutto, la pesantezza.
Ah, anche se F/OSS, il servizio per chiamare se paga!

FC

Sul VoIP
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone
Tagged on:     

4 thoughts on “Sul VoIP

  • 23 February 2006 at 10:44
    Permalink

    Cioè tu chiami il tuo numero di casa con VoIPStunt e non paghi nulla? 🙁 e vabbè…ma non credo che l’anno scorso si potesse fare una cosa del genere. Gne gne! Io mi sono dovuta arrangiare con Skype, ma non è stato un male, almeno i miei genitori hanno imparato qualcosa!
    Certo per le chiamate con Roberto ho dovuto usare le carte internazionali 🙁 purtroppo Roberto utilizzava il modem 56k, quindi Skype era inutilizzabile.

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *